Calciomercato, Higuain, offerta d'oro dell'Atletico Madrid! Il Napoli resiste

Sessanta milioni più il mediano Kranevitter. Otto netti a Gonzalo. Ma il club alza il muro

corrieredellosport.it
06/18/2016 09:53
corrieredellosport.it

NAPOLI - Sono colpi bassi, sono colpi al cuore, sono colpi secchi, sono colpi ad effetto: sono colpi e basta, che rientrano nelle dinamiche del mercato del Terzo Millennio, che appartengono a questo calcio e che possono essere (anche) previsti. E questo è il colpo dell’anno, forse, e l’Atletico Madrid ha scelto di giocarselo a modo suo, credendoci, provandoci, avviandosi lateralmente - come accade in certi casi - comunque lasciando che all’interno d’un sistema cominciasse a circolare l’intenzione, che poi è il sogno di prendere Gonzalo Higuain e portarselo al «Vicente Calderon» per cercare di combattere la maledizione della finale della Champions, per essere sempre più vicino al Real ed al Barcellona, per arricchire se stesso (tecnicamente). E’ l’Idea - con la maiuscola, ovviamente - è mirare al più forte centravanti in circolazione, a Sua Maestà il bomber da 36 gol, ad un «mostro» che saprebbe modificare anche da solo il profilo già alto di quella squadra: chi, se non Gonzalo Higuain?


MEGAOFFERTA - La clausola è un impedimento, e mica da poco, ed il Napoli vuole resistere ad oltranza, fin quando sarà possibile, cioé fino all’ultimo dei centesimi inseriti come «antidoto». L’ha fatto anticipando i tempi, con il colloquio segreto tra “el Pipita” e De Laurentiis, che sette giorni fa ha svelato i contenuti di quell’amichevole faccia a faccia teso ad allontanare eventuali pretendenti («io ci ho messo i soldi, sul tavolo»), lo farà fino a quando sarà possibile reggere all’onda d’urto spagnola.


L’Atletico Madrid non scherza, fa egualmente sul serio, è pronto a dare operatività alla propria strategia e ha già tracciato una proposta capace di disorientare: sessanta milioni di euro in contanti e Claudio Matias Kranevitter (23), centrocampista, ex River Plate, come contropartita tecnica; poi, ovviamente, un quinquennale per il bomber da otto milioni di euro e persino una serie di bonus.


CHOC - Siamo alle intenzioni, siamo ai desideri di Diego Simeone, siamo ad un disegno complicato, che va a sbattere contro il piano di De Laurentiis ma che avrà (necessariamente) bisogno della volontà di Higuain. Siamo nella zona d’ombra, o anche alla fase preliminare, ma l’Atletico Madrid ha preparato un mercato d’altissimo profilo e per sentirsi ulteriormente forte, per avvertire un peso offensivo che valga quanto le più autorevoli concorrenti europee, ha pensato ad Higuain: a lui più che ad altri, all’argentino più che a Edinson Cavani, più a «el Pipita» che a Diego Costa, che in Spagna ha lasciato amici e pure qualche rimpianto, ma che nella scala dei valori (e dunque del gradimento) è largamente alle spalle dell’argentino.

Argomenti correlati