Gabbiadini per Zaza: ecco il piano del Napoli

Agenti a Londra per convincere il West Ham a dire sì allo scambio

corrieredellosport.it
11/12/2016 09:58
corrieredellosport.it

NAPOLI - Ritornano, a volte. Sì, nel mercato certe situazioni ricorrono a distanza di qualche mese e si ripresentano magari arricchite da provvidenziali casualità: e se il Napoli è tornato a seguire Simone Zaza, il West Ham ha invece ricominciato a pensare a Manolo Gabbiadini stuzzicato proprio dal club azzurro. L’inverno come l’estate: armadi differenti, stessa collezione. E il fatto che Zaza sia ora un giocatore degli Hammers, e che come Manolo non stia vivendo un momento esaltante, beh, non è mica un dettaglio trascurabile. Anzi, è la base di una proposta già abbozzata in fase embrionale: Zaza al Napoli e Gabbiadini al West Ham. Fermo restando un punto cruciale: bisogna innanzitutto chiarire la situazione contrattuale di Simone con gli inglesi, e dunque attendere il riscatto dalla Juve (obbligatorio a 14 presenze). Già chiara, invece, la posizione del Gabbia: le incompatibilità tecnico-tattiche ormai sembrano evidenti. E non è un caso che la trattativa per il rinnovo sia stata congelata.



LE MODALITA’ - E allora, entra nel vivo il mercato degli attaccanti tinto d’azzurro: in entrata e anche in uscita. E i due sensi di marcia, nella fattispecie, potrebbero incrociarsi e dare vita a uno scambio che in un colpo solo accontenterebbe cinque parti in causa: Napoli, West Ham, Zaza, Gabbiadini e Juve. Che per il momento, e per forza di cose, è ancora spettatrice interessata all’evoluzione della storia: il cartellino di Zaza, infatti, sarà di proprietà bianconera fino a quando gli Hammers non lo riscatteranno versando i 20 milioni pattuiti (oltre ai 5 già investiti per il prestito). Per la cronaca: il riscatto non ha un vincolo temporale ma sarà automatico alla quattordicesima presenza, senza distinzioni di competizione. E Zaza, per il momento, ne ha collezionate 9 tra Premier (7) e Coppa di Lega (2).

 

Argomenti correlati