Cavani fa il tifoso: «Napoli, sei da scudetto»

Il Matador confessa: «In estate potevo tornare in Italia. Sarri ha grandi idee. Il Napoli contro il Real può farcela»

corrieredellosport.it
01/17/2017 09:31
corrieredellosport.it

ROMA - Il cuore batte sempre per il Napoli. Anche adesso che il Psg lo ha ricoperto di soldi fino al 2020 (manca solo l’annuncio) e che le chances di tornare in Serie A sono drasticamente diminuite rispetto alla scorsa primavera/estate. «Allora c’è stata questa possibilità - ha ammesso Edinson Cavani parlando di calciomercato - perché nel calcio succedono delle cose, anche indipendenti dalla tua volontà, che portano le società a prendere certe decisioni. Non si può piacere a tutti e io l’anno passato non giocavo là davanti come amo, ma più esterno. Per questo l’ipotesi di tornare in Italia c’era e l’ho presa in considerazione, ma alla fine sono rimasto a Parigi e adesso faccio il centravanti come preferisco. Merito dell’addio di Ibrahimovic? Lui non c’entra e comunque insieme abbiamo vinto. Non c’era nessuna contrapposizione tra noi due, ma io ho bisogno di avere a disposizione certi spazi». Risposta diplomatica visto che i due, almeno calcisticamente, si sono spesso pestati i piedi non trovando il giusto feeling.


NAPOLI MIO - Prima di prendere Higuain la Juventus aveva pensato a Cavani e per qualche giorno era venuta fuori anche l’ipotesi di un suo ritorno al Napoli. «Sono rimasto legato a tutte le squadre dove ho giocato, in particolar modo al Napoli che guardo sempre in televisione ogni volta che posso. Ho visto il match vinto contro il Pescara e gli azzurri mi sono piaciuti. Sarri è bravo e il suo calcio è offensivo, rapido e bello. Lui pensa sempre a segnare e a far divertire il fantastico pubblico del San Paolo. Non so se il Napoli può vincere lo scudetto, ma io tifo perché succeda». Anche in Champions nessun dubbio per il Matador: «Spero che passi il turno contro il Real. Possibilità che ci riesca? Sarà importante l’andata a Madrid perché quello è un campo molto difficile e caldo come il San Paolo dove vedrete che il pubblico al ritorno sarà uno spettacolo. Lì nei miei anni abbiamo vinto contro il City e contro il Chelsea e il Napoli può ripetere una di quelle imprese».

Argomenti correlati