Europa League Napoli, Sarri: Chiudiamo il discorso qualificazione

Il tecnico degli azzurri: Speriamo di arrivare primi per avere vantaggi nei sorteggi. Lo 0-0 di Genova? Abbiamo fatto una grande partita

corrieredellosport.it
11/04/2015 14:52
corrieredellosport.it

NAPOLI - "L'Europa League per noi conta quanto il campionato: domani andremo in campo con l'obiettivo di chiudere il discorso qualificazione. Speriamo di arrivare primi per avere vantaggi nei sorteggi. La squadra deve sapere che l'Europa e' una competizione importante". Sono le parole di Maurizio Sarri, tecnico del Napoli, alla vigilia della sfida contro il Midtjylland, valida per il quarto turno di Europa League. L'allenatore azzurro poi torna anche sulla sfida contro il Genoa, pareggiata per 0-0 a Marassi: "Abbiamo fatto una grande partita, in quel campo ci ha perso il Milan. Era una partita difficile e la squadra l'ha affrontata con responsabilità. Poi abbiamo fallito tre o quattro situazioni abbastanza semplici. La prestazione della squadra è stata di buon livello e grande determinazione. Sono soddisfatto, ma c'è il rammarico per il risultato. Ora però non vorrei pensare a questo, c'è una gara di Europa League da affrontare, una gara importantissima".


TURNOVER SÌ, MA... - "La squadra sta trovando un suo equilibrio, quindi ci saranno dei cambi ma non eccessivi. Devo far riposare chi ha giocato di più, ma ho uomini validi in alternativa che possono mantenere integra la filosofia di gioco e la fisionomia di squadra. Maggio è un elemento importante per noi e giocherà. Strinic ha avuto qualche difficoltà iniziale di assimilazione degli schemi ma sta progredendo e lo tengo in grande considerazione".


VALDIFIORI - Mentre l'agente consiglia a Sarri di schierarlo titolare, Mirko Valdifiori si allinea perfettamente in conferenza stampa al suo tecnico: "Ci teniano all'Europa e domani vogliamo fare una gran partita per vincere il Girone di qualificazione. Se il mister mi manderà in campo sono pronto a dare il massimo. Mi sto allenando bene, mi sento in crescita come condizione e so che posso dare il mio contributo alla squadra. Conosco le mie potenzialità e sono tranquillo. Ho la fiducia del tecnico e dei compagni e sono sereno. Ho fiducia nei miei mezzi e sono consapevole di poter essere anche io protagonista in questa stagione. Il mio intento è quello di dare il massimo anche per dare più dubbi sulle scelte al mister, ma l'importante è che la squadra abbia trovato una sua identità precisa ed una solidità importante. Poi la rosa è ampia e chi va in campo sa farsi trovare pronto. Siamo un gruppo unito e tutti vogliamo il meglio per il Napoli a partire da domani per proseguire il nostro cammino in Europa".

Argomenti correlati

Altre Notizie