Roma, Totti frecciata ai colleghi: "Nomadi senza cuore, seguono i soldi"

"Higuain? Normale vada a guadagnare di più, non tutti gli stranieri sono Maradona. Sogno un campionato in cui ce ne siano non più di due per squadra, ormai nella mia squadra non si parla più italiano, pure i massaggiatori usano l'inglese"

10maggio87.it
07/26/2016 16:09
10maggio87.it
ROMA - "I calciatori oggi sono un po' come i nomadi, seguono i soldi e non il cuore". Francesco Totti non nomina quasi mai né Higuain né Pjanic, cioè i calciatori di Napoli e Roma passati alla rivale storica, la Juventus, ma, intervistato in esclusiva da Julian Cardillo, per Gazzetta World, fa capire senza tanti giri di parole quale sia il suo pensiero sul calcio moderno: "Forse è questa la differenza tra me e tutti gli altri. Non sono in tanti gli atleti che seguono il loro cuore. Scelgono di andare altrove per vincere e guadagnare di più, sono un po’ come dei nomadi. Se avessi pensato solo ai soldi avrei lasciato la Roma 10 anni fa. Avrei guadagnato di più di quanto faccio ora. Per me si tratta di altro, di passione, non di soldi". E si tratta anche di sogni. Uno, quello che gli è rimasto: "So che non è facile, ma vorrei chiudere con un trofeo".


HIGUAIN E MARADONA - Nessun rimpianto per l'addio alla maglia azzurra, 10 anni fa: "La Nazionale non mi è mai mancata. E’ una stata una mia scelta quella di fermarmi. Quando scegli qualcosa significa che sei consapevole di quello che stai lasciando". Sul momento attuale del calcio italiano, Totti dice: "Spero torni ad alti livelli, la Nazionale ha fatto bene agli ultimi Europei. L’Italia ha buoni prospetti che la aiuteranno nel futuro. Però i problemi ci sono. Lo sport è cambiato molto, ora al centro ci sono i soldi. I giocatori cambiano squadra più spesso, forse per fare più soldi. E’ più un fatto di affari che di passione. La gente va allo stadio per divertirsi e vedere un giocatore che sta sempre nella stessa squadra. Si aspettano che non li tradisca. Guardate quello che è successo ora con Higuain dal Napoli alla Juve. E’ un disastro. Però è del tutto normale ora che quando uno straniero arriva in Italia abbia la possibilità di andare in un’altra squadra per fare più soldi. È un problema di mentalità, non è che tutti gli stranieri sono Maradona".


10maggio87 TV

2018-19 - Serie A - Roma-Napoli 1-4
2018-19 - Serie A - Napoli-Roma 1-1

Argomenti correlati