Benitez, altro flop ma l'ingaggio sale a 6,5 milioni

Il tecnico spagnolo non ce l'ha fatta a salvare il club inglese: stagione da dimenticare per l'ex allenatore di Napoli ed Inter

corrieredellosport.it
05/12/2016 13:28
corrieredellosport.it

MILANO- Stagione da incubo per Rafa Benitez: il tecnico spagnolo ha fallito sia al Real Madrid, dove è stato esonerato dopo soli sei mesi, sia al Newcastle che proprio ieri è aritmeticamente retrocesso in Championship. Il 28 maggio dello scorso anno, Benitez convocò una conferenza stampa per annunciare che avrebbe lasciato il Napoli a fine stagione. Sei giorni più tardi, il 3 giugno, l’ex tecnico del Liverpool firmò un triennale con il Real Madrid da circa 5 milioni di euro netti a stagione. Le cose, però, non sono andate fin da subito per il verso giusto e sia la critica che i tifosi si sono chiesti se Benitez fosse davvero l’uomo giusto per guidare una squadra importante e gloriosa come il Real. Florentino Perez non ci pensa due volte e il 4 gennaio, dopo il pareggio contro il Valencia, lo solleva dall’incarico. L’11 marzo torna subito in pista, però, firmando con il Newcastle e prendendo il posto dell’esonerato McLaren. In otto giornate raccoglie la miseria di 9 punti e proprio ieri è arrivata l’ufficialità: Magpies retrocessi in Championship.


IL PALMARES- Benitez ha vinto diversi titoli in carriera ed ha lasciato il segno in due squadre in particolare: al Valencia e al Liverpool. Con la squadra spagnola ha vinto addirittura due campionati, 2001-2002, 2003-2004 ed una Europa League. Meglio ancora con il Liverpool, dove non ha mai vinto la Premier League ma ha trionfato in Champions League, nella pazzesca finale di Istanbul, nel 2005, contro il Milan di Ancelotti. Con i Reds ha anche vinto una Supercoppa Europea, una Coppa d’Inghilterra, una Community Shield ed ha perso il remake della finale di Champions League ad Atene, nel 2007, sempre con il Milan. Nel 2010 lascia il Liverpool per accettare la corte dell’Inter e da quel momento in poi la sua carriera prenda una piega diversa. Benitez, in nerazzurro, prende il posto del suo acerrimo nemico José Mourinho che ha appena conquistato il Triplete: gli screzi con i giocatori e la mancanza di empatia con i tifosi fanno propendere Moratti per l’esonero dopo soli sei mesi in cui lo spagnolo ha conquistato una Supercoppa Italiana e il Mondiale per Club, perdendo però l’importante finale di Supercoppa Europea contro l’Atletico Madrid di Simeone. Rimane fermo fino al 2012 quando accetta la corte del Chelsea dove lascia il suo marchio portando a casa l’Europa League. Nel 2013 approda al Napoli e vince in due stagioni una Coppa Italia ed una Supercoppa Italiana. Dopo l’idillio iniziale, il feeling con la piazza e con il Presidente va via via scemando e la scorsa estate decide di lasciare per svoltare andando al Real Madrid: questa stagione 2015-2016 è la peggiore da allenatore della sua lunga carriera.


SALVEZZA DIFFICILE- Benitez ha preso in mano una squadra che navigava in cattive acque, con Steve McLaren, ma non è riuscito a compiere il miracolo. Il Newcastle non ce l’ha fatta e l’anno prossimo giocherà in Championship. Secondo quanto rivela il Daily Express, però, i Magpies sono pronti a continuare con il tecnico spagnolo offrendogli pieni poteri manageriali e un ingaggio da 6,5 milioni a stagione. Se Benitez dovesse restare anche nella prossima stagione tornerebbe ad allenare in serie B a distanza di ben 15 anni dall’ultima volta quando in Spagna sedeva sulla panchina del Tenerife in Segunda Division. Stagione 2015-2016 da cancellare per Benitez che ora dovrà decidere se proseguire il suo rapporto con il Newcastle o guardarsi intorno per trovare un’altra sistemazione.


LE REAZIONI DEI MEDIA- Lee Charney, dirigente del Newcastle, si è detto devastato per la retrocessione ed ha voluto ringraziare i tifosi dei Magpies: "I fan sono stati fantastici, soprattutto nella seconda parte della stagione, quando la squadra è stata affidata a Benitez. Ci hanno offerto un supporto meraviglioso, non credo gli si potesse chiedere di più". A differenza di quanto avvenuto in Spagna, nel mese di gennaio, quando venne esonerato dal Real Madrid e dove subì molte critiche, in Inghilterra non l'hanno condannato. I media inglesi, dal Daily Mail, all'Espnfc, ad altri tabloid, di solito molto critici, questa volta, non hanno addossato particolari colpe a Benitez che ha raccolto 10 punti in 9 partite frutto di 2 vittorie, 4 pareggi e 3 sconfitte.

 

Argomenti correlati