Serie A, Fiorentina-Napoli 3-3: Gabbiadini su rigore al 94'!

Spettacolo di Natale al Franchi. Capolavoro Insigne, doppietta di Bernardeschi, 3-2 di Zarate e pareggio in extremis dell'attaccante. Ma la Roma è a +3

corrieredellosport.it
12/22/2016 21:51
corrieredellosport.it

FIRENZE - Anche Babbo Natale, quest’anno, farà visita in tuta. E non dispenserà i soliti regali, ma solo i video – rigorosamente in alta definizione – del monile di Insigne che ha permesso alla squadra di aprire le marcature al Franchi e del rigore di Gabbiadini che in extremis ha portato il definitivo pareggio. La sua sigaretta, però, sarà ancora accesa perché il Napoli si fa rimontare per ben due volte e riesce anche a passare in svantaggio grazie a uno dei pezzi più pregiati del patrimonio italiano, il sinistro di Federico Bernardeschi: una doppietta e un assist di infinita dolcezza per il tiro al volo di Zarate. Mertens aveva illuso Sarri firmando il 2-1, la vittoria della Roma sembrava aver fatto il resto. Ma il Napoli salva il risultato con Manolo al 94’ dagli undici metri.


CAPOLAVORO INSIGNEAlbiol allunga le vacanze dopo soli 46 secondi perché - già in diffida - atterra Cristoforo e guadagna il giallo di Tagliavento. La prima occasione della serata è di Insigne, che prova il destro dalla distanza e incontra la smanacciata del non perfetto Tatarusanu. La Fiorentina entra in scena con il debole tentativo di Vecino, ma viene letteralmente spazzata via al 25’ quando ancora Insigne (partenza in fuorigioco) s’inventa una meraviglia a giro dai venti metri che s’insacca sul palo più lontano. Cinque gol e un assist nelle ultime sei di campionato, mica male. L’entusiasmo del Napoli sfocia nel tap-in vincente di Mertens, prontamente annullato per chiara posizione irregolare del belga, e nei minuti finali della prima frazione succede un po’ di tutto. Il sinistro di Kalinic non trova la porta, Re Dries è murato da Tatarusanu, Chiriches lascia spazio a Maksimovic per problemi muscolari e Reina viene ammonito per proteste dopo aver evidenziato la simulazione dell’attaccante croato in area di rigore.

BERNARDESCHI SHOW - La freschezza e gli spunti di Chiesa agiscono da preludio per ciò che avviene al 52’: la Fiorentina trova il pari su calcio piazzato con Bernardeschi, aiutato dalla deviazione provvidenziale di Callejon che neutralizza il portiere spagnolo. La squadra di Sarri sembra accusare il colpo, lasciando spazio alle iniziative degli avversari, salvo poi maledire il salvataggio quasi sulla linea di Maxi Olivera sul colpo sicuro di Mertens. Il belga è il primo protagonista del botta e risposta che si sussegue nel giro di 70-80 secondi: Tomovic perde clamorosamente palla e gli spalanca la via della rete (68’), poi è ancora Bernardeschi a sfoggiare il suo mancino e a sorprendere Reina da fuori area (69’). Il numero 10 completa la rimonta lanciando il tiro al volo di Zarate, che si mette in mezzo ai centrali del Napoli e scaraventa il 3-2. Sembrerebbe essere il risultato finale, ma Mertens viene steso da Salcedo e al 94’ Gabbiadini fa secco dal dischetto Tatarusanu. Spettacoli di Natale in anticipo.

Argomenti correlati