Ancelotti: «Su Koulibaly l'Uefa ci dà ragione, sorpreso da Gravina e Nicchi»

Dopo il ko di San Siro con l'Inter gli azzurri hanno girato la boa con il 3-2 rifilato al Bologna: «Vinta con il carattere, un calo è fisiologico ma dopo la sosta saremo competitivi. Kalidou? Qui da noi è molto amato»

corrieredellosport.it
12/29/2018 23:51
corrieredellosport.it

NAPOLI - Carlo Ancelotti torna a sorridere dopo la rabbia per la partita persa al 91' contro l'Inter a San Siro, condita dagli ululati razzisti a Koulibaly poi esulso con Insigne. «Il bilancio del girone d'andata è positivo, abbiamo fatto il nostro dovere -ha detto il tecnico azzurro dopo il 3-2 rifilato al Bologna sul prato del San Paolo nell'ultima gara di camnpionato del 2018 -. Niente di eccezionale, ma un cammino in linea con le qualità della squadra. Penso che si possa e si debba fare meglio». E di più si doveva dare anche contro gli emiliani: «La prestazione non è stata brillante, l'abbiamo vinta con il carattere. È un momento così, dopo tanti impegni e prima della pausa. È anche normale un calo, è generale in serie A dove non si vede un grande calcio in questo momento. Gli obiettivi di fine stagione? Sono tutti lontani. Forse per la Juve l'obiettivo è più vicino ma dobbiamo guardare davanti a noi perché siamo più vicini al primo che al quinto posto. Poi iniziano altre due competizioni e saremo competitivi».

10maggio87 TV

2018-19 - Serie A - Napoli-Bologna 3-2
2017-18 - Serie A - Napoli-Bologna 3-1

Argomenti correlati