De Laurentiis: «Qualcuno è meglio che vada via»

Il numero uno azzurro dà carta bianca al tecnico e promuove solo chi è adatto al gioco del tecnico

corrieredellosport.it
03/25/2019 11:00
corrieredellosport.it

ROMA - Aurelio De Laurentiis, numero uno del club partenopeo, ha già tracciato una stima dell'andamento stagionale entrando al vertice tra Figc e delegazione cinese a via Allegri: "Il bilancio per il Napoli è positivissimo perché con un cambio di allenatore si cambia mentalità di gioco. E' stato un anno dove, grazie ad Ancelotti, abbiamo sperimentato tutte le potenzialità di tutti i giocatori che avevamo a disposizione e quindi abbiamo anche fatto tesoro di chi è più corretto per un gioco ancelottiano e chi invece, pur essendo un grandissimo campione di grandi prospettive, forse è meglio che giochi da qualche altra parte".


INCONTRI IN FEDERCALCIO - Il patron degli azzurri non sembra particolarmente convinto dell'idea di sbarcare in Cina, De Laurentiis boccia infatti l'idea di una partita di Serie A da disputare in Oriente"Io approfitterei del break di agosto per fare qualche assaggio di qualche partita importante del nostro campionato in giro per l'Europa. Se ci potessimo far dare un bellissimo stadio a Parigi, a Londra, Berlino, Madrid o Barcellona, perché non cominciare lì il nostro campionato?".


NESSUN TRADIMENTO - Un'idea, quella di De Laurentiis, molto simile a quella delle grandi corse a tappe di ciclismo, che spesso prendono il via fuori dal paese di appartenenza. "Non tradiremmo i tifosi - ha aggiunto il presidente del Napoli all'ingresso in Federcalcio, prima dell'incontro con la delegazione cinese - perché sarebbero tutti a mollo, lontani dalle rispettive città". Per esportare la Serie A, dunque, meglio l'Europa della Cina.

Argomenti correlati