Napoli-Leicester 3-2: Spalletti ai sedicesimi di Europa League

Una doppietta di Elmas e un gol di Ounas qualificano gli azzurri. Infortunio per Lozano. Gli inglesi in Conference League

corrieredellosport.it
12/09/2021 20:06
corrieredellosport.it

NAPOLI - L’avventura del Napoli in Europa League continua: la squadra di Spalletti passa come seconda nel girone e ripartirà a metà febbraio dai sedicesimi, dove sfiderà una delle squadre che sono retrocesse della Champions. Una notte da incorniciare quella al Maradona con il Leicester, impreziosita dalla doppietta di Elmas e dal gol di Ounas che hanno reso inutili le reti di Evans e Dewsbury-Hall, con gli inglesi spediti in Conference League. Una notte che poteva essere ancora più bella per gli azzurri se il Legia avesse segnato il rigore del pareggio al 98’ contro lo Spartak Mosca: con quel gol il Napoli avrebbe chiuso il girone al primo posto qualficandosi direttamente per gli ottavi.


Spalletti, comunque, può essere soddisfatto anche se è costretto a pagare dazio con un altro infortunio, quello di Lozano, costretto a uscire in barella dopo un duro scontro (per lui dente spezzato e sospetta frattura del naso): il messicano si aggiunge a OsimhenInsigneFabian RuizLobotkaAnguissa e Koulibaly, già fermi ai box, e rende ancora più difficile la situazione per questo rush finale di 2021: difficile ipotizzare chi potrà essere disponibile per Spalletti nelle partite con EmpoliMilan e Spezia che chiuderanno l’anno azzurro.


La serata al Maradona era iniziata nel migliore dei modi per il Napoli, capace di segnare due gol nei primi 25 minuti di gioco. Il primo con Ounas, l’unica sorpresa nella formazione di Spalletti, a segno con un diagonale di destro, il secondo con Elmas, che ha depositato in rete da due passi sfruttando un delizioso assist di Petagna. Due gol che, nonostante il temporale di Fuorigrotta, non hanno per niente abbattuto il Leicester: vivace, pimpante, sempre pericoloso. Castagne prima e Ndidi poi hanno messo paura a Meret, colpito poi due volte sugli sviluppi di calci piazzati. Evans ha ridotto le distanze in mischia, Dewsbury-Hall ha firmato il pareggio dal limite. Tutto da rifare per il Napoli, che ha chiuso il primo tempo con l’infortunio di Lozano.


E’ stato ancora Elmas, a inizio ripresa, a firmare il nuovo vantaggio azzurro, quello decisivo. L’azione partita sull’asse destro, a Di Lorenzo si è aggiunto Malcuit (entrato al posto di Lozano), è stata chiusa nel migliore dei modi dal macedone, che ha firmato la sua doppietta (l’ultimo centrocampista azzurro a farlo in Europa era stato Hamsik nel 2015). Gelato il tecnico inglese Rodgers, ancora più infuriato quando Maddison non ha approfittato di un regalo di Di Lorenzo e ha colpito un palo esterno solo davanti a Meret. Spalletti ha giocato le carte Mertens e Manolas, passando nel concitato finale a una difesa a 5. Vardy ha sprecato due clamorose occasioni per il pareggio, così come Malcuit una incredibile per il poker. E’ finita con Spalletti che si è tuffato in campo per festeggiare con il Napoli, l’avventura in Europa League continua.


NAPOLI (4-2-3-1): Meret; Di Lorenzo, Rrahmani, Juan Jesus, Mario Rui; Demme (33' st Manolas), Zielinski; Lozano (45' pt Malcuit), Ounas (18' st Mertens), Elmas; Petagna. A disposizione: Ospina, Boffelli, Costanzo, Vergara, Politano. Allenatore: Spalletti

LEICESTER (4-2-3-1): Schmeichel; Castagne, Evans, Soyuncu, Bertrand; Tielemans (32' st Soumare), Ndidi; Maddison, Dewsbury-Hall (44' st Albrighton), Barnes (27' st Daka); Vardy. A disposizione: Stolarczyk, Ward, Nelson, Thomas, Choudhury, Ewing, McAteer. Allenatore: Rodgers

ARBITRO: Lahoz (Spa)

MARCATORI: 4' pt Ounas (N), 24' pt Elmas (N), 27' pt Evans (L), 33' pt Dewsbury-Hall (L), 8' st Elmas (N)

NOTE: Ammoniti: Petagna, Demme (N). Recupero: 5' pt, 4' st

Argomenti correlati