Spalletti: «Osimhen? Lo valuteremo domani»

Le parole del tecnico degli azzurri alla vigilia del match di Europa League contro i blaugrana: "Giochiamo per vincere, possiamo sopperire a qualsiasi assenza"

corrieredellosport.it
02/17/2022 00:05
corrieredellosport.it

BARCELLONA (SPAGNA) - Il tecnico del Napoli, Luciano Spalletti, si è presentato in conferenza stampa alla vigilia del match di Europa League contro il Barcellona: "In queste partite qui ci vogliono più cose non una soltanto. Ci vuole cuore, bisogna stare calmi e saper scegliere quali sono i momenti giusti della partita e saper soffrire. Corsa, qualità e conoscere il campo. Dobbiamo essere sempre il Napoli quando andiamo in campo ad affrontare gli avversari. Dobbiamo cercare di dare sempre il massimo sapendo che abbiamo delle caratteristiche e cercare sempre di offrire un buon calcio. Le aspettative e la storia del Napoli dicono che dobbiamo andare in campo per cercare di vincere le partite e non fare distinzioni. Si diventa grandi attraverso le partite, vincendole e rincorrendo risultati contro qualsiasi avversario. Non c'è una divisa differente da mettere tra una partita e un'altra. Bisogna trovare il contesto giusto per essere sempre noi stessi. Il gol in trasferta non cambia niente, veniamo qui per fare gol cercando di avere un equilibrio di squadra. Loro sanno ribaltare bene l'azione attaccando la linea difensiva".


"Se abbiamo velleità di arrivare in fondo e crediamo di poter ambire a dare gioie vere ai nostri tifosi dobbiamo farci trovare pronti a giocare contro qualsiasi avversario. Non possiamo scegliere quale sia il periodo e il contesto. Cercheremo di fare la nostra partita, non useremo una tattica particolare. Dobbiamo esibire il nostro calcio e il nostro marchio. Poi ci saranno dei momenti in cui saremo costretti a difenderci sfruttando il campo aperto che ci verrà concesso. Noi siamo a posto così. Abbiamo tutto quello che ci necessita per essere il solito Napoli. Una squadra non può dipendere da un calciatore solo. Lozano quando tornerà ci potrà dare i suoi strappi, i gol e la sua personalità. Il Napoli però può sopperire a qualsiasi assenza. Quando abbiamo delineato la rosa iniziale abbiamo tentato di mettere calciatori che possono giocare tutti insieme all'altro. Petagna può giocare sia con Osimhen che con Mertens. Bisogna pensare, però, alla partita in generale e che tutta la squadra sappia quello che fare per muoversi in maniera coerente in base al tipo di situazione". 


"Questa è una partita speciale, un dream match che fa parte del sogno di ciascuno di noi. Attraverso queste si riesce poi ad avere risposte forti di che tipo di personalità e qualità hai raggiunto, a che livello sei per poter giocare un calcio top. Noi tenteremo di fare questo. Osimhen? Niente di muscolare. A fine allenamento ha avuto un leggero gonfiore al ginocchio e per precauzione l'ho lasciato a riposo. Lo valuteremo domani. Xavi è stato uno di quei calciatori che conoscevano benissimo il gioco. Sapeva usare tempo e spazio alla grande. Avrà già dato alla squadra quella che era la sua conoscenza quando era calciatore. Vorrà riportare il Barcellona ai livelli di un tempo. Per quello che ho visto nelle ultime partite mi sembra già a buon punto perchè costruisce sempre dal basso. Hanno messo dei buoni calciatori dentro nel mercato di gennaio. Se pensiamo alla storia del Barcellona si corre il rischio di intimorirsi. Meglio andare a pensare al calcio che vogliamo esibire pensando che non sia più un'aspirazione".

10maggio87 TV

2021-22 - Europa League - Barcellona-Napoli 1-1
2019-20 - Champions League - Barcellona-Napoli 3-1

Argomenti correlati