Mario Rui: «Osimhen ancora non ha mostrato il suo potenziale»

Il terzino partenopeo Mario Rui è stato intervistato dalla radio ufficiale del Napoli per parlare del ritiro e della prossima stagione

corrieredellosport.it
07/27/2022 08:42
corrieredellosport.it

CASTEL DI SANGRO - Tempo di preparazione per le squadre della nostra Serie A, compreso il Napoli, che sta lavorando a Castel di Sangro (AQ) in vista della prossima stagione.


Nella giormata di oggi, il terzino Mario Rui è stato intervistato dalal radio ufficiale del NapoliRadio Kiss Kiss Napoli, nel corso della trasmissione Radio Gol.


Per prima cosa, il terzino ex Empoli parla della preparazione che sta tenendo impegnati i giocatori in questa primissima parte di stagione:

"Il ritiro? Guardando agli anni scorsi qualcosa è diverso anche parlando di clima, si sente di più il caldo. In termini di preparazione stiamo facendo bene, esattamente come gli anni precedenti. Ci sono lavori atletici e di forza, non solo quelli con la palla”.

Mario Rui ormai è un veterano della squadra, e sia i tifosi sia Luciano Spalletti stanno pian piano riconoscendo il suo valore:

"Sono contento di sentire l’affetto dei tifosi e del tecnico. Io non mi sono scoraggiato nei momenti in cui ci sono state tutte le critiche verso di me e non mi esalto nei momenti in cui ci sono delle belle parole. Io proseguo per la mia strada e provo di dare sempre il massimo".


Mario Rui è sicuro, almeno stando alle sue parole, che il nuovo Napoli che sta nascendo sarà competitivo come quello passato:

"Vedrete un Napoli competitivo, ne sono certo. Il nostro scopo è quello di migliorare rispetto alla stagione passata. Con i nuovi acquisti sarà un Napoli davvero competitivo. Mi fa piacere che la gente ci dia per finiti, è uno stimolo per noi per fare ancora di più. Desideriamo far tacere coloro che non credono più in noi".

Una parola anche sulla scelta di Di Lorenzo come nuovo capitano:

Ill nostro capitano è Di Lorenzo ed è stata la decisione più giusta per ognuno di noi. Lui può fare il capitano in modo ottima per come si allena, per le prestazioni che fa, per come si comporta fuori dal campo. Non poteva esserci opzione migliore”.


Il difensore portoghese si sofferma anche a parlare del centravanti nigeriano Victor Osimhen, un giocatore che, secondo Mario Rui, non ha ancora fatto vedere tutto ciò di cui è potenzialmente capace:

"Osimhen? L’avevo osservato già nell’anno prima del suo acquisto nel corso della Champions. L’abbiamo scoperto più da vicino nel momento in cui è arrivato da noi e ogni volta dimostra le proprie qualità. Ancora non ha mostrato tutto il suo talento”.

Sul mercato, invece, si mostra davvero fudicioso del lavoro della società e anche dei propri compagni:

"Sono andati via tanti ragazzi fondamentali a livello caratteriale, però in squadra ci sono molti uomini di spessore, come per esempio Anguissa. Pure se parla poco, lui è un leader. Proveremo ad affidarci al gruppo, anche quest’anno si faranno ottime cose. Olivera? Lo stiamo vedendo proprio adesso. L’anno scorso ha fatto una bella stagione nel campionato spagnolo. Le prime settimane del ritiro ha avuto qualche problema, ora si sta allenando senza problemi. Si vede subito che ha qualità, farà molto bene al Napoli”.

Argomenti correlati