Meret: parate europee. Un debutto che vale oro

A Zurigo un esordio che ha mostrato le potenzialità del portiere azzurro. Con una gran parata finale: "Un 2-3 poteva essere rischioso, ma abbiamo dimostrato di essere superiori"

gazzetta.it
02/15/2019 07:08
gazzetta.it

ZURIGO - Il predestinato ha esordito in Europa con una vittoria. Certo, questa estate aveva sognato di farlo in Champions, ma Alex Meret ha dovuto ritardare la partenza stagionale per via di una frattura al braccio. Poi pian piano si è preso la scena, con costanza di rendimento e qualche numero che fa emergere le sue enormi potenzialità. Purtroppo a Liverpool è finita come sappiamo e ora è rimasta l’Europa League. Buono comunque il suo esordio a Zurigo. Fin troppo tranquillo all’inizio decisamente più complicata la chiusura. "La parata nel finale è stata importante perché il 3-2 poteva essere un risultato un po’ rischioso per il ritorno, anche se abbiamo dimostrato di essere superiori. Peccato per il gol che abbiamo preso, ma in generale abbiamo fatto una buona prestazione e siamo contenti". Peccato perché senza quel rigore probabilmente avrebbe finito indenne al battesimo. Un pizzico di rabbia poi per il "cucchiaio" che gli ha riservato Kololli, un gesto che ai portieri logicamente è indigesto.


ALEX IL MATURO - Ma il ragazzo cresciuto a Udine non recrimina, anzi fa una serena autocritica, che ne dimostra la maturità: "Nell’ultima parte di gara siamo calati d’intensità, loro hanno avuto qualche occasione in più. Non dobbiamo più ripeterlo perché rischiamo di complicare il passaggio del turno che fino ad ora stiamo meritando. Non dobbiamo pensare agli altri, ma a noi stessi, fare del nostro meglio. Col Torino daremo tutto per portare a casa la vittoria”.

10maggio87 TV

Serie A 2016-17 - Napoli-Torino 5-3
Serie A 1995-96 - Napoli-Torino 1-0

Argomenti correlati