Benitez: "C.t. della Spagna? Voglio allenare tutti i giorni"

Il tecnico alla vigilia della gara con l'Inter: Sarà una bella partita, spero che il San Paolo faccia la differenza.

gazzetta.it
03/07/2015 14:39
gazzetta.it
NAPOLI - L'infermeria del Napoli accoglie Maggio, Gargano e Britos mentre nella lista di convocati torna Juan Camilo Zuniga. L'unica buona notizia di giornata per Rafa Benitez, intento a scegliere l'undici anti Inter con Gabbiadini e Callejon favoriti su Mertens. Inler, Lopez e Mesto saranno confermati dopo la sfida di coppa Italia con la Lazio. parla il tecnico.

Il tecnico azzurro ha parlato solo a Kiss Kiss Napoli, la radio ufficiale. "Veniamo da una buona gara all'Olimpico, abbiamo ottenuto un pari prezioso segnando anche un gol in trasferta, il problema è che il ritorno si giocherà tra un mese e quindi è prematuro parlarne ora. Piuttosto, siamo pronti per domani. Sono contento che Zuniga sia tornato arruolabile mentre Insigne sta tornando in condizione. Anche Michu è qui per un controllo. Peccato per Gargano, lui starà fuori un paio di settimane. Maggio e Britos sono solo affaticati".

L'aspetto medico lascia spazio a quello tecnico: "Contro l'Inter sarà una bella partita, come lo è stata quella di coppa Italia. L'Inter è una squadra molto forte, che a gennaio ha speso tanto per prendere giocatori adatti al nuovo allenatore. Speriamo che il San Paolo faccia la differenza". Il Napoli dopo il ko di Torino si è risollevato contro la Lazio: "Nel gruppo c'è la giusta competizione tra i giocatori, tutti sono pronti per questa volata finale. Sono contento di avere problemi di abbondanza. Adesso tutti parlano di Gabbiadini, ma prima si parlava di Insigne, Mertens o Callejon. Io debbo gestire al meglio le risorse e ne ho a disposizione". Sul caso Parma: "Non ricordo qualcosa di simile nella mia carriera, speriamo serva da monito affinché non accada più. Il mio futuro in un club o alla guida di una nazionale? Mai dire mai".

NAZIONALE SPAGNOLA - Benitez dedica la chiosa finale al proprio futuro: "Nel 2016 ct della Spagna? A me piace allenare ogni giorno - osserva -. Oggi abbiamo fatto una riunione, abbiamo guardato dei video. Io preferisco essere allenatore tutti i giorni, poi chissà cosa accadrà dopo".

Argomenti correlati