Italia, Reja: «Ventura e Lippi? Mi candido anche io»

L'allenatore dell'Atalanta si fa avanti per il dopo Conte: «Siamo tutti in corsa per quel ruolo». Un consiglio al Napoli: «De Roon? Starebbe bene al posto di Jorginho...»

corrieredellosport.it
05/24/2016 15:40
corrieredellosport.it

NAPOLI - «Io sulla panchina della Nazionale? Se non capitasse adesso, sarebbe difficile. Siamo tutti candidati per quel posto, considerando Ventura e Lippi potrebbe starci anche Reja». A lanciare l'autocandidatura per il dopo Conte è proprio l’allenatore dell’Atalanta, intervenuto a Radio CRC. «Ho stimoli sufficienti per continuare a fare questo lavoro – ha dichiarato - Poi, quando lascerò quest’attività, vedremo il da farsi anche perché bisogna sempre essere all’altezza». Il futuro non è ancora scritto. «Ho incontrato la società nerazzurra, ci siamo parlati e decideremo tutto a fine settimana».


«NAPOLI, PRENDI DE ROON» - Qualche parola anche sui singoli allenati quest’anno. «De Roon è straordinario, ha mezzi importanti. Non è molto dotato dal punto di vista tecnico, ma è migliorato molto nel fraseggio. Davanti alla difesa, al posto di Jorginho, starebbe bene. Il centrocampista del Napoli ha meno interdizione, ma tecnicamente è superiore. De Laurentiis? No, non l’ho sentito. Su Sportiello posso dire che è il miglior giovane dopo Donnarumma, ha già personalità e dal punto di vista fisico sta bene». Infine, un pensiero rivolto alla sua ex squadra: «In Serie B ho vinto campionato, ma la Serie A me l’ha regalata il Napoli e il vero successo dal punto di vista della gratificazione professionale me l’ha data il Napoli, per me è stata una fortuna. Dopo l’esperienza in azzurro non ho sbagliato più un colpo perché dopo Napoli puoi lavorare dappertutto, quella città ti irrobustisce e Napoli è stata per me una lezione di vita».

Argomenti correlati

Altre Notizie